Space Weather

Il tempo oltre l'atmosfera

Analogamente al tempo atmosferico studiato dalla meteorologia parliamo di Space Weather (Meteo Spaziale) quando andiamo a guardare tutti quei fenomeni che nascono nel del sistema Terra-Sole.

Il sole inonda lo spazio circostante, per miliardi di chilometri, di particelle ad alta energia e radiazioni su tutto lo spettro elettromagnetico che vanno ad interagire con la nostra atmosfera e con il nostro campo elettromagnetico dando vita a molteplici fenomeni. Molti di essi si manifestano in modo spettacolare come le aurore polari visibili ad occhio nudo o le macchie solari che spesso è possibile vedere con un semplice (ma obbligatorio) filtro per proteggere gli occhi. Il sole però è una fornace nucleare che scatena una serie di fenomeni, solitamente rilevabili solo attraverso gli strumenti, che ci aiutano indirettamente a capire il suo funzionamento interno.

Attraveso l'analisi dei dati e la costruzione di modelli della nostra stella, possiamo anche prevedere quei fenomeni più rari che in casi estremi potrebbero causare danni ai nostri sistemi più tecnologicamente avanzati che soffrono la presenza di intensi flussi di particelle e forti campi elettromagnetici.

Vento solare
Velocità

Densità:

Temperatura:


alle
(fonte: NOAA - SWPC)

I fenomeni che si osservano nella corona solare, nei pressi del Sole stesso, sono alla base della generazione di un flusso particelle che vegono spinte nello spazio fino a raggiungere tutti i pianeti con densità e velocità variabili. Questo flusso è chiamato vento solare. In questo riquadro possiamo vedere il dato in tempo reale della velocità, tipicamente tra i 300 e i 700 km/s. Segue il dato della densità tipicamente tra 1 e 10 particelle per cm3 e infine la temperatura che oscilla tra i 10'000 e i 500'000 gradi Kelvin (K).

I dati sono raccolti dal satellite DISCOVR dal punto langrangiano L1 o dalla sonda ACE, etrambe della NASA.

E' possibile osservare i grafici e i dati storici dal sito NOAA dedicato:
NOAA - Real Time Solar Wind

EISN (Estimated International Sunspot Number)

(fonte: SILSO network - SDO)
Magnetogramma HMI

(fonte: NASA - SDO)